La storia del poker, dalla nascita al mondo online

Se volete risalire all’origine del poker allora vi converrebbe fare una ricerca su internet e vedere se è ancora possibile trovare da qualche parte un vecchio (ma molto vecchio!) libro, tale “AnExposure of the Arts and Miseries of Gambling” scritto nel lontano 1843 da un certo Jonathan H.

Rispetto agli albori oggi il poker è invece una realtà consolidata a livello internazionale. Le carte nel frattempo sono diventate 52 e sono molto cambiate anche le modalità con cui ci si avvicina al gioco stesso; se infatti a metà degli anni 30 del secolo scorso si assistette al boom dei casinò oggi quel boom di voglia di poker rivive di nuovo ma all’interno dei casinò online dove il poker la fa da padrone con le sue mille versioni ed in particolare con la variante più affermata a livello internazionale del Texas Hold’em. 

Il motivo? Perché secondo quelli che sono i dati a nostra disposizione questo è il primo libro in assoluto che parla del poker, ed in particolare parla della diffusione di questo gioco (ai suoi albori ) lungo tutta la zona del fiume Mississippi in America, nella città di New Orleans, li dove peraltro, ritroviamo anche un’altra testimonianza che è quella di un articolo pubblicato su un quotidiano locale di un certo Joseph Crowel.

Questo signore raccontava di un gioco che aveva appena scoperto, giocato con 20 carte diverse, ed in cui tutti i giocatori (4 in tutto) facevano puntate sulle carte che avevano in mano in quel momento. Possiamo dire che in assoluto questa possa essere considerata la nascita dell’azzardo? Forse sì, e non certo un caso che il poker abbia debuttato proprio dalle parti di New Orleans.

Questa città infatti, nell’ottocento come ancora oggi, viveva di una forte influenza da parte dei colonizzatori francesi, che a quel tempo giocavano ad un gioco molto simile al poker chiamato poque.



Poker online, un successo che non conosce stanchezza

19 miliardi di euro raccolti grazie alle scommesse nel quadriennio che va dal 2008 al 2012, quasi 17.5 miliardi di euro restituiti ai giocatori sotto forma di vincite, ed un bel gruzzoletto di circa 500 milioni di euro regalati alle casse del nostro Erario sotto forma di tasse. 

Sono questi alcuni dei numeri che ci raccontano in soldoni il successo del poker online. Se infatti si parla di gioco di azzardo e se si parla di casinò virtuali come questo, non ci sono paragoni; il poker, in particolare la sua variante alla texana, rimane il gioco più amato dagli scommettitori del nostro Paese. Un amore che non conosce soste e stanchezza e che anzi di anno in anno si alimenta di un sempre maggior numero di proposte di gioco da una parte e di giocatori dall’altra.

Dal canto loro infatti i casinò online hanno saputo cavalcare la voglia di azzardo degli italiani proponendo al tavolo verde nuove versioni del poker online; all’inizio c’erano solo i videopoker, poi è arrivato il poker live in cui ci si scontra contro dealer e concorrenti veri; non paghi di questa varietà di proposte i casinò online hanno di recente proposto l’ultima grande scommessa che è il cash poker.
La differenza sostanziale tra questa versione e le precedenti consiste nella possibilità di scommettere denaro reale e non solo fish digitali.

Dall’altra parte della barricati i giocatori sembrano aver apprezzato questa continua ricerca del nuovo premiando il poker online con un afflusso sempre maggiore. Basti pensare che se nel 2009 le giocate complessive avevano avuto una raccolta di 2.3 miliardi di euro, nell’anno successivo i miliardi erano già diventati 3.1 e 6.9 nel 2011.

Oggi il poker raccoglie quasi il 65% di tutte le giocate che gli italiani fanno online e c’è da “scommettere” che conserverà questa prima piazza anche negli anni futuri.

Apple MAC PRO un nuovo mondo fatto di tecnologia ed eleganza

Apple MAC PRO un nuovo mondo fatto di tecnologia ed eleganza

Oggi ti volevo presentare questo nuovo e alquanto innovativo apple definito sul sito stesso dell'Apple la macchina della creatività!
E a vederne la presentazione e le caratteristiche sembra proprio esserla.
In fase di progettazione gli sviluppatori di APPLE, hanno preso in considerazione vari aspetti che caratterizzano un computer, dalla capacità grafica, alla sua espandibilità, potenza di calcolo e memoria messa a disposizione con spazio di archiviazione, con un design innovativo e ci sono riusciti creando questo nuovo MAC PRO.